2000 Berlina Gs USA


Serie Tipo Dal Al N.Esemplari Lunghezza Larghezza Altezza Passo Peso
115.00 Berlina 1971 1977 1057 4390 1565 2570 2350 1175
Motore
Serie AR00512
Cilindri 4L
Valvole 8
CC 1962
Candela x Cil. 1
HP 131
KW 97
Alesaggio 84x88.50
Compressione 9.7:1
Alimentazione 2 carburatori doppio corpo
Anni 1971-1977
Identificazione
Motore Inizio Motore Fine DA A
AR0150000001 AR0150003499 1971 1977
Telaio Inizio Telaio Fine DA A
AR 115003000001 AR 115003003499 1971 1977

* (La sigla Gs USA sta per le vetture costruite per il mercato degli Stati Uniti d'America)


L’aumento di cilindrata non fu per motivi prestazionali, la 1750 Berlina aveva già un motore da alte performance, ma alla Alfa Romeo serviva una vettura che potesse competere con BMW e Lancia nel segmento delle due litri in campo europeo. Venne quindi aumentato l’alesaggio del 1779 cc per portarlo a 1962 cc (130 cv, 97 KW). Venne adottato anche il differenziale autobloccante Torsen. La velocità massima dichiarata era di 200 Km/h. Oltre alla parte meccanica vennero anche cambiati molti particolari. In massima parte all’interno. La linea generale rimase la stessa, ma resero la 2000 meno sportiva e più confortevole e lussuosa. La calandra anteriore in plastica nera con una barra cromata a quattro fari di identica grandezza. I fanali posteriori suddivisi in quattro settori rispetto ai tre della 1750. All’interno il cruscotto con tachimetri rotondi più grandi a sbalzo sulla plancia in legno, con console di strumenti al centro. Sedili più confortevoli e una serie di optional che fino a pochi anni prima sembravano impensabili: aria condizionata, cambio automatico, cerchi in lega. La scelta stilistica rimase più o meno la stessa fino a fine produzione nel 1977. Per il mercato USA, come per i modelli precedenti, sono state apportale leggere modifiche per consentire l’omologazione. I fanalini anteriori sotto al paraurti. Gli indicatori di direzione anteriori e posteriori sulle fiancate. La scritta Alfa Romeo con un carattere più grande e la scritta “iniezione” per l’alimentazione del motore con iniezione indiretta SPICA. Nel 1975 per effetto della crisi energetica venne cambiato il motore e venne installata la serie AR00515, che aveva la stessa cilindrata, ma era leggermente depotenziato (94 KW/126 Cv).