GIULIA Nuova Super Diesel


Serie Tipo Dal Al N.Esemplari Lunghezza Larghezza Altezza Passo Peso
115.40 Berlina 1976 1977 6573 4140 1560 1430 2510 1000
Motore
Serie 108U
Cilindri 4L
Valvole 8
CC 1760
Candela x Cil. 1
HP 54
KW 40
Alesaggio
Compressione 22.0:1
Alimentazione Iniezione meccanica
Anni 1976-1977
Identificazione
Motore Inizio Motore Fine DA A
108Uxxxxx 108Uxxxxx 1976 1977
Telaio Inizio Telaio Fine DA A
AR 11540xxxxxxx AR 11540xxxxxxx 1976 1977

Visto gli scarsi risultati ottenuti nella vendita della Nuova Super Diesel, sicuramente le scelte strategiche fatte nella realizzazione non furono molto azzeccate. Probabilmente la cosa che ha più penalizzato l’acquisto è stato l’uso del motore 4 cilindri Diesel della Perkins. In realtà sul mercato c’era la possibilità di avere qualcosa di meglio, vedi il motore turbo compresso della Viemme (che poi venne utilizzato per l’Alfetta), che aveva più potenza e costava meno del Perkins, ma l’Alfa Romeo aveva una discreta scorta di questi motori in magazzino, acquistati per furgoni e autocarri, quindi la scelta divenne quasi obbligatoria. Questo però penalizzò pesantemente la vettura nelle prestazioni e nel confort. Per ovviare al rumore e alle vibrazioni vennero aggiunti circa 40Kg di insonorizzante, senza per altro risultati apprezzabili. Al minimo oltre al rumore le vibrazioni erano molta forti, tanto da destabilizzare le componenti, con cigolii e rumori accessori inquietanti. Inoltre il peso di 80 kg in più del motore Perkins interamente in ghisa, rispetto alla versione a benzina, comportarono anche problemi di stabilità della vettura, 40 + 80 = 120 kg in più sull’avantreno. La velocità massima era di 135 Km/h con un’accelerazione da 0 a 100 Km/f di 45 secondi. Insomma fu un vero flop tecnico e commercial, la vendita dei 6573 esemplari realizzati fu piuttosto difficile.