GIULIA TI


Serie Tipo Dal Al Esemplari Lunghezza Larghezza Altezza Passo Peso
105.14 Berlina 1962 1964 43227 4140 1560 1430 2510 978
Serie Tipo Dal Al Esemplari
105.14 Berlina 1962 1964 43227
Lung.za Larg.za Alt.za Passo Peso
4140 1560 1430 2510 978

La GIULIA TI fu la prima versione della serie 105 presenta al pubblico nel 1962. Manteneva lo schema meccanico di base della Giulietta, con motore e cambio anteriori e differenzia al ponte posteriore. Il motore rimase lo stesso, aumentato alla cilindrata di 1570 cc, alimentato con un carburatore doppio corpo. Il cambio a 5 marce con leva al volante (la cloche al pavimento era un optional) e freni a tamburo. Notevole fu invece il salto in avanti nella linea della carrozzeria. Disegnata con l'aiuto della galleria del vento, la GIULIA TI aveva un CX 0,34. Il muso era smussato e filante, con la calandra rettangolare cromata a quattro fari e la coda tronca. A completare la linea della carrozzeria, un profilo cromato sul cofano, lampeggiatori laterali con baffo cromato, i paraurti con i rostri e una cornice cromata intorno ai fanali posteriori. All'interno il sedile anteriore unico per l'omologazione di sei posti, la plancia in plastica grigia con tachimetro a nastro ad andamento orizzontale e piccolo contagiri circolare a sinistra.

Motore
Serie AR00514
Cilindri 4L
Valvole 8
CC 1570
Candela x Cil. 1
HP 92
KW 68
Alesaggio 78x82
Compressione 9.0:1
Alimentazione 1 carburatore doppio corpo (Solex 32 PAIA/7)
Anni 1962-1967
Identificazione Motore
Inizio Fine DA A
AR00514.00001 AR00514.71556 1962 1967
Identificazione Telaio
Inizio Fine DA A
AR10514.400001 AR10514.443228 1962 1967

La GIULIA TI fu la prima versione della serie 105 presenta al pubblico nel 1962. Manteneva lo schema meccanico di base della Giulietta, con motore e cambio anteriori e differenzia al ponte posteriore. Il motore rimase lo stesso, aumentato alla cilindrata di 1570 cc, alimentato con un carburatore doppio corpo. Il cambio a 5 marce con leva al volante (la cloche al pavimento era un optional) e freni a tamburo. Notevole fu invece il salto in avanti nella linea della carrozzeria. Disegnata con l'aiuto della galleria del vento, la GIULIA TI aveva un CX 0,34. Il muso era smussato e filante, con la calandra rettangolare cromata a quattro fari e la coda tronca. A completare la linea della carrozzeria, un profilo cromato sul cofano, lampeggiatori laterali con baffo cromato, i paraurti con i rostri e una cornice cromata intorno ai fanali posteriori. All'interno il sedile anteriore unico per l'omologazione di sei posti, la plancia in plastica grigia con tachimetro a nastro ad andamento orizzontale e piccolo contagiri circolare a sinistra.

Torna Su