Montreal


Serie Tipo Dal Al N.Esemplari Lunghezza Larghezza Altezza Passo Peso
105.64 GT 1971 1977 3925 4220 1672 1205 2350 1270
Motore
Serie AR00564
Cilindri 8V
Valvole 16
CC 2593
Candela x Cil. 1
HP 197
KW 145
Alesaggio 80x64.5
Compressione 9.7:1
Alimentazione Iniezione meccanica Spica
Anni 1970-1977
Identificazione
Motore Inizio Motore Fine DA A
AR0056400001 AR0056403045 1971 1972
AR0056403046 AR00564xxxxx 1973 1977
Telaio Inizio Telaio Fine DA A
AR 105641425101 AR 105641428045 1971 1972
AR 105641428046 AR 10564.xxxxxxx 1973 1977

La Montreal nacque come prototipo da esposizione nel 1967, due esemplari realizzati dalla Bertone su disegno di Marcello Gandini, e sarebbe rimasta tale se non fosse stato per le richieste di messa in produzione da parte dei concessionari nordamericani. Infatti dopo essere stata portata all’Esposizione Universale di Montreal, il nome le deriva appunto da questa circostanza, le continue richieste di metterla in produzione portarono i dirigenti dell’Alfa Romeo a prendere questa decisione. Il prototipo era stato realizzato sul pianale della GIULIA e montava lo stesso bialbero 1600 cc, ma in produzione venne scelto di utilizzarne uno più potente. Utilizzarono quello già montato sulla 33 Stradale portato a 2593 cc, un 8 cilindri a V con 200 CV (149 KW) alimentato dal sistema ad iniezione SPICA. Questo modificò in parte il progetto originale che alla fine risultò nella parte anteriore più alto e più lungo del prototipo. Per la trasmissione la scelta andò verso un cambio ad H a 5 rapporti della ZF e il differenziale modificato che era già montato sulle 2000 Berlina e GT. Venne presentata al Salone di Ginevra del 1970 ed ebbe subito una risposta positiva da parte del pubblico e degli addetti ai lavori. La produzione iniziò nel 1971 e le prime vetture vennero consegnate nel 1972. L’auto era bellissima e le prestazione erano eccellenti, 224 Km/h di velocità massima, ma non fu un successo. Le ragioni dell’insuccesso non sono facili da capire. Probabilmente il prezzo era piuttosto alto (5.700.000 Lire dell’epoca). Qualche piccolo punto debole della progettazione. Il differenziale risultò poco adatto a reggere all’enorme coppia sprigionata da motore. Il telaio GIULIA non era proprio il massimo per una GT ad alte prestazioni. L’impianto frenante era adeguato, ma non eccezionale. Forse ci si mise anche la crisi petrolifera. Ma quel che conta fu che ne vennero realizzate solo 3925 unità nei 7 anni di produzione.